handmadelibri per bambinirecensioni

Riccioli d’oro e i tre orsi

riccioli_d_oro

” C’era una volta una famiglia di orsi: Papà Orso, Mamma Orsa e Piccolo Orso.
Vivevano tutti in una casa di legno nel cuore di una grande foresta.”

Comincia così una delle mie fiabe preferite, quella che più delle altre ho letto e riletto ai miei figli quando erano piccoli.
Anche se la protagonista di questa fiaba scozzese è una bambina, Riccioli d’oro appunto, ho sempre amato la famiglia dei tre orsi e la loro casetta di legno descritta – nella fiaba – nei più piccoli particolari. I miei bambini si immedesimavano in Piccolo Orso, che beve la zuppa di latte dalla sua scodella, ha la sua poltroncina  a dondolo in salotto e il suo lettino nella cameretta mansardata.

Credo che leggere ad alta voce ai bambini sia, oltre ad un modo bellissimo di trascorrere del tempo insieme, un modo piacevole per cominciare a far apprezzare la lettura ed amare i libri.
Una casa piena di libri, dei genitori che leggono, la possibilità di avere a portata di mano libri adatti alla propria età, poterli toccare, colorare. Avere qualcuno che, ogni tanto, glieli legge ad alta voce: questi secondo me gli ingredienti che, mescolati ben bene tra loro, portano un bambino a diventare un lettore.

Credo molto nell’importanza della lettura e della cultura per la formazione di una persona e metto in pratica questi principi ogni giorno, a casa mia.

Questo mio interesse è diventato anche studio perché ho frequentato un corso di lettura teatrale e dizione con una bravissima attrice e, in seguito, un corso di formazione online di scrittura creativa per bambini, dove ho avuto la possibilità di imparare COME  si scrive per i più piccoli, quale linguaggio utilizzare, quali figure retoriche preferire ma soprattutto sono venuta a conoscenza di tanti autori e titoli di molti libri che ho poi letto e analizzato.
Per tutte queste ragioni ho deciso di creare alcuni prodotti dedicati alla passione per i libri anche per i bambini, per avvicinarli, con il gioco e il divertimento, alla fantastica avventura della lettura.

Oggi vi presento l’ABBRACCIALIBRO con i tre Orsi, Papà Orso, Mamma Orsa e piccolo Orso.

Il modello è lo stesso di quello per i “grandi” ma è decorato con le sagome dei tre Orsi realizzate con applicazioni in stoffa e pennarelli per tessuto. Ho spostato la tasca dietro per non intralciare la parte frontale così decorata e avere allo stesso tempo uno spazio per portare sempre con sé pastelli o pennarelli e un piccolo quaderno.
Ho inoltre arrotondato la chiusura davanti che si chiude sempre con un bottone automatico, facilissimo da usare anche per un bambino.

E l’ho abbinato, come per gli altri due abbraccialibri legati alle mie due precedenti recensioni, ad un segnalibro in stoffa con elastico.

I bimbi più piccoli potranno metterci dentro un libro illustrato o uno da farsi leggere dalla mamma. Oppure un libro da colorare, con i pastelli riposti dietro.
I bambini più grandi, invece, potranno conservare al suo interno il loro libro preferito e leggerlo con orgoglio ogni volta che lo desiderano.

Quando custodisce un libro – con copertina flessibile – l’abbraccialibro, che è imbottito da entrambi i lati, diventa un piccolo cuscino, l’amico ideale da portare sempre con sé.
L’ho realizzato nella taglia M, come ho fatto per i miei due lavori precedenti, perché è quello che meglio si adatta alla maggior parte dei libri ma è possibile richiederlo anche nella taglia  S, per piccoli tascabili, o nella L, per libri con copertina rigida o di dimensioni molto grandi.
I libri per bambini, soprattutto quelli di fiabe, sono spesso più grandi del normale; non esitate quindi a contattarmi per richiedere una taglia diversa.
Se hai voglia di dare un’occhiata, trovi il mio abbraccialibro con gli Orsi sul mio SHOP.

“La famiglia degli Orsi era appena uscita, quando davanti alla casetta sbucò una bambina che si era persa e stava cercando qualcuno che la aiutasse a ritrovare la strada.
La bambina si chiamava Riccioli d’Oro e aveva due grossi difetti: era molto curiosa e molto impaziente”.

Io vi lascerei qui, per non rovinare la sorpresa a chi ancora non conoscesse il seguito della storia e per non annoiare chi invece la conosce già bene.
Potete trovare la storia completa QUI

Grazie per essere arrivati fino alla fine,

Raffaella
La casa vicino al treno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.